Sacro Regolamento

Sacro Regolamento

1 – Non desiderare la barca d’altri.

2 – Il numero di esseri viventi per imbarcazione deve essere un numero primo. Per tali esseri viventi non è ammessa l’ignoranza: l’UNO non è un numero primo, cretini.

3 – È vietato l’uso di materiali altamente inquinanti (il polistirolo, il petrolio, gli emiliani, i motori, l’olio di palma, ecc.)

4 – È obbligatorio per ogni equipaggio, una volta giunto al termine della gara, di occuparsi della separazione frenetica e incalzante di tutte le differenti componenti di diversa matrice riciclabile.

5 – È severamente vietato l’utilizzo di materiali adibiti al galleggiamento e alla nautica. (Barche, brandelli di barche, buzza da birra, materassini da mare, ecc.)

6 – È altamente suggerito lo spionaggio e il sabotaggio precompetizione (dal momento che ci siamo scordati di vietarlo nel regolamento).

7 – Il Gran Consiglio (in veci di organo e non di singoli individui), ha potere assoluto su tutto e su tutti. Qualsiasi variazione e/o decisione riguardo ad ogni regola, articolo, postilla, appendice, appendicite, caso eccezionale, è a totale, assoluta ed arbitraria discrezione del Gran Consiglio, in qualsiasi momento e/o luogo a seguito di una corretta e infallibile votazione.

8 – L’assunzione di sostanze che non sono non considerate dopanti nelle competizioni non amatoriali, non comporterà una non partecipazione per non qualifica.

9 – Considerando la volumetria delle acque e le prematurate correnti di marea, i pochi posti rimettendosi agli interminati spazi secondo l’articolo 16 del Sacro Regolamento, con scappellamento a destra, verranno assegnati come se fosse antani. Altrimenti, concordamente al comma B del menù della Barafonda convenzionato alla terza uscita dell’esame del Tottaro, per quattro.

10 – Verrà squalificato chiunqu…… AAAAH lo scioglimento dei ghiacciai gluglugluglu.

11 – Nome obbligatorio, vessillo consigliato (un equipaggio senza nome porta sfortuna).

12 – I posti di partenza sono assegnati tramite l’egualitario e infallibile principio del “chi prima arriva meglio alloggia”.

13 – Sono valide tutte le rotte tracciabili nelle mappe dei sette mari (i nostri porti sono aperti).

14 – Per classificarsi è necessario che l’imbarcazione e gli agonisti giungano al traguardo nella quasi totale integrità (sì, puoi spingere la barca a nuoto).

15 – Non uccidere.